Distopia o Realtà?

Distopia o Realtà?

Le 5 cose da sapere su “La trilogia di Clear. Rivelazione”. Intervista ad Erica Chiulli


“d’ora in poi la salute prima di tutto”

“il mondo sarà un posto migliore”

“noi saremo migliori”

Durante il lockdown, ti è capitato di pensare come sarebbe cambiato il mondo dopo una pandemia mondiale?

Se ti consideri un pessimista, probabilmente, avrai creduto sarebbe cambiato in peggio ma, se sei tra coloro che tendono a vedere il bicchiere mezzo pieno, invece, avrai pensato ne saremmo usciti migliorati.

E se avessi il potere di prevedere il futuro, ci scriveresti un libro?

Forse ti sembrerà una domanda un po’ bizzarra ma, leggendo alcuni passi del libro di Erica abbiamo temuto potesse avere dei poteri sovrannaturali e che col suo libro, avesse tentato di dirci qualcosa.

Ora ti spiegherò perché.

Era il 9 gennaio 2020 quando in redazione ci arriva il manoscritto di una giovane ragazza Abruzzese. È un romanzo distopico, il racconto di un futuro idilliaco e tetro nello stesso tempo.

La storia comunque ci sembra interessante, l’idea originale e scritta molto bene. La contattiamo subito: siamo pronti per pubblicare.

Dirai: cosa c’è di strano?

Fin qui tutto nella norma.

Si perché, era Gennaio e l’Italia intera non sapeva cosa le sarebbe capitato.

Vuoi sapere perché il romanzo ci ha sconvolto?

Continua a leggere.

La storia racconta di una Società futuristica in cui ogni malattia sembra essere scomparsa. Un mondo idilliaco a cui noi tutti, in questo periodo storico soprattutto, ambiremmo.

Ma a che costo?

Clear, la protagonista diciassettenne del romanzo, e i suoi amici scopriranno che il prezzo per la perfezione è altissimo.

La “Società” garantisce una vita senza malattie, allontanando tutto ciò che potrebbe essere malsano. Per farlo, però, tiene sotto il suo controllo tutta la popolazione attraverso un dispositivo elettronico.

In questo contorno distopico, il gruppo di adolescenti dovrà fare i conti con la propria crescita personale fatta di primi amori, amicizie e lutti, oltre che con le rivelazioni di cui verranno a conoscenza.


Allora? Non è curioso che uno scenario simile sia raccontato proprio in questo periodo storico?

Non trovi un’ impressionante sincronia tra la storia e le nostre congetture sul futuro?

Tu, saresti disposto a barattare un po’ di libertà per la salute?

A questo punto, abbiamo sentito il bisogno di saperne di più sulla nascita del libro e dei suoi protagonisti e per farlo abbiamo rivolto alcune domande direttamente all’ autrice.

Eccole: 1. Erica, come è nata l’idea di un romanzo distopico? Svelaci qualche retroscena.

In realtà prima dell’idea in sé per sé è nato il primo capitolo. Avevo bisogno di lasciare andare via i pensieri negativi che la morte di una persona a me cara mi avevano impresso addosso e così, di getto, ho scritto quelle poche pagine. Sono rimaste nel mio cassetto silenti per mesi credo, fino a quando un giorno me le sono ritrovate tra le mani mettendo in ordine.

Quando le ho rilette, avevo elaborato in parte il mio lutto e quindi le parole hanno iniziato ad assumere una forma diversa nella mia mente. E così, dal nulla, la voce di Clear ha iniziato a farsi sentire sempre più insistentemente, fino a quando non ho iniziato a darle ascolto e vita attraverso i capitoli successivi.

La storia de “La Società” invece l’ho pensata semplicemente portando allo stremo una realtà come la nostra che ci vede sempre più vittime di malattie che, nonostante i progressi tecnologici, facciamo ancora fatica a gestire. Causate anche da uno stile di vita sbagliato che ormai siamo abituati ad adottare.

2. Parlaci un po’ del titolo di questo primo capitolo della trilogia,“Rivelazione”.

La “Rivelazione” è in realtà il fulcro di tutta la storia. La vita e le idee della protagonista vengono completamente sconvolte da questa realtà che la colpisce in faccia da un giorno all’altro. Quindi, mi sembrava giusto dare spazio a questa parola che dà un cambio tanto radicale all’esistenza della nostra Clear.

 E poi, piccolo spoiler, il secondo libro avrà un titolo che suonerà estremamente simile ma con un significato completamente diverso. Cambieranno solo due lettere, volete provare ad indovinare?

3. Clear, la protagonista, ha una personalità ben definita: apparentemente fragile, si dimostra molto coraggiosa al momento giusto. Come l’hai creata? A chi ti sei ispirata?

Ho sempre creduto di essermi ispirata ad altri caratteri per costruire quello della mia Clear, ma più le persone a me vicine leggono di lei e più mi sento dire che mi somiglia.

C’è un po’ di me in praticamente ogni personaggio ma Clear credo rappresenti di più le mie fragilità, la parte di me che più cerco di tenere nascosta ed intima, ma che ha evidentemente preso il sopravvento nel corso della scrittura del romanzo.

4. Il tuo romanzo, visto il particolare momento storico, sembra quasi una proiezione di come potrebbe essere il futuro del mondo, una domanda ci sorge spontanea: quando hai finito di scriverlo?

Ho iniziato nel 2015 e finito nel 2019, con un lungo periodo di pausa nel mezzo. Mi mancavano solo pochi capitoli alla fine quando mi sono bloccata, ed è stata durissima riprenderlo in mano dopo tanti anni e portarlo a termine. Ma sentivo di doverlo alla mia Clear.

E ora sto cercando di essere costante nella scrittura del secondo libro.

5. Quale pensi possa essere il lettore che apprezzerà di più il tuo romanzo? Quali emozioni speri possa suscitare in lui?

Il mio romanzo è scritto e pensato principalmente per un pubblico di adolescenti, forse perché nonostante i miei 29 anni sono rimasta legata a quell’era della vita di ognuno di noi che ci regala le emozioni più forti che riusciremo mai a provare.

Spero che chi lo leggerà possa percepire le emozioni che hanno attraversato me nello scriverlo, e che possano immedesimarsi almeno in parte in uno dei miei personaggi.


Siamo giunti alla fine di questa breve immersione nel romanzo, se questa intervista ti ha incuriosito e pensi che “La trilogia di Clear. Rivelazione” possa essere il libro che stavi cercando, siamo lieti di annunciarti che è NUOVAMENTE disponibile sui principali shop online.

Per acquistarlo clicca semplicemente QUI


BUONA LETTURA,

Rossini Editore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.